Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per nascondere questo avviso e accettare di utilizzare i cookie clicca sul pulsante OK. 

instagram youtube facebook

PRESENTATO IL PROGETTO DEL CONSORZIO SUL FIUME OMBRONE, FINANZIATO DAL MINISTERO

Conferenza stampa alla centrale idroelettrica di San Martino, alle porte di Grosseto, per illustrare i progetti finanziati dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Presenti, il presidente del Consorzio Bonifica 6 Toscana Sud, Fabio Bellacchi e il presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, Luca Sani. I cantieri potrebbero già partire nel 2017. Parliamo del fiume Ombrone e degli interventi di consolidamento dell’argine, nei pressi di Grosseto, per i quali appunto il Ministero, ha concesso al Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud un finanziamento di 6.3 milioni di euro, immediatamente disponibili.

IMG_3585.JPG

IN ARRIVO I FINANZIAMENTI PER L'OMBRONE

PREVISTI ANCHE INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO DELL'ARGINE DEL FIUME OMBRONE NEI PRESSI DELLA CITTA' DI GROSSETO
 
Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che sono stati assegnati al Mipaaf 107,65 milioni di euro dal decreto che ripartisce il Fondo istituito per assicurare il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese. Il provvedimento è ora all'esame delle Commissioni parlamentari competenti per materia, le quali avranno trenta giorni per rendere il proprio parere.

DIFESA DEL SUOLO, ROSSI NEL SENESE: "SICUREZZA COME FRUTTO DI UN LAVORO COSTANTE"

Quarta tappa nella serie di sopralluoghi del presidente Enrico Rossi alle opere per la mitigazione del rischio idraulico in Toscana. Dopo l'Arno a Firenze, Pisa e Livorno, l'Ombrone a Prato e Pistoia, è stata la volta dei corsi d'acqua nella provincia di Siena. Con il presidente Rossi, l'assessore all'ambiente Federica Fratoni, i rappresentanti dei Consorzi di Bonifica Toscana Sud e Medio Valdarno e delle istituzioni interessate dagli interventi.
 
 1 Buonconvento b.JPG

Il tributo di bonifica è dovuto e necessario per la sicurezza di Siena

Nei giorni scorsi, sono apparsi sulla stampa interventi che auspicavano l’immediata cancellazione del contributo di bonifica, in quanto ingiusto balzello, indicandolo come frutto di una cattiva gestione politica della cosa pubblica. Per questo, il Consorzio 6 Toscana Sud ritiene necessario fornire un più completo quadro di valutazione per consentire ai contribuenti di conoscere i presupposti di legittimità della contribuzione di bonifica, ma anche e soprattutto per sgomberare il campo dai sospetti di violazione di legge o di abusi.

POTENZIAMENTO SERVIZIO DI CENTRALINO

Sono arrivati o stanno per arrivare nelle case dei contribuenti, gli avvisi bonari di pagamento, relativi all'annualità 2016. In tanti ci chiamate telefonicamente per avere dei chiarimenti. Per questo abbiamo potenziato in questi giorni il nostro centralino, cercando di venire incontro alle vostre esigenze. Tuttavia, è possibile comunque che talvolta il tempo di attesa per poter parlare con un operatore, possa prolungarsi e di questo ovviamente siamo dispiaciuti. Ricordiamo che è anche possibile rivolgersi al Consorzio tramite:

- posta elettronica, all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

- recandosi fisicamente nei nostri uffici, sia di Grosseto (viale Ximenes 3), che di Siena (via Leonida Cialfi 23, loc. Pian delle Fornaci), negli orari di apertura al pubblico indicati.

Tutte le vostre richieste verranno evase nel più breve tempo possibile.

CONTRIBUTO DI BONIFICA: ATTENZIONE AI FALSI ADDETTI

In occasione dell'arrivo in questi giorni nelle case dei contribuenti, dell'avviso bonario di pagamento, relativo all'annualità 2016, il Consorzio Bonifica 6 Toscana Sud, onde evitare situazioni spiacevoli ricorda; che nessun impiegato del Consorzio ha l’incarico di riscuotere il tributo consortile presso l’abitazione o richiedere il pagamento in altra forma. Se questo dovesse accadere e si dovesse presentare a casa qualcuno, dicendo di lavorare per il Consorzio Bonifica 6 Toscana Sud, chiedendo dei soldi, si prega di non farlo entrare in casa e subito dopo, segnalarlo alle autorità competenti.

SEGNALAZIONI