Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per nascondere questo avviso e accettare di utilizzare i cookie clicca sul pulsante OK. 

  

PREMIAZIONE Concorso Fotografico “OBIETTIVO ACQUA”

LA PREMIAZIONE DI “OBIETTIVO ACQUA” E’ DIVENTATA UN FORUM SULLO STATO IDROGEOLOGICO DEL PAESE COLPITO DAL MALTEMPO.
“RISORSE IDRICHE ED AGRICOLTURA DEVONO ESSERE AL CENTRO DI UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO TERRITORIALE PER L’ITALIA”

OBIETTIVO ACQUA

Il bolognese Sergio Stignani è il vincitore della prima edizione del concorso fotografico “Obiettivo Acqua”, cui hanno partecipato oltre quattrocento opere, suddivise in 6 sezioni; ad organizzare il contest è stata Coldiretti in collaborazione con ANBI e Fondazione Univerde.
“Il concorso fotografico è stato un successo di partecipazione oltre ogni aspettativa e testimonia una crescente attenzione verso le risorse idriche, come si sta registrando anche nelle centinaia di manifestazioni che, in tutta Italia, stanno animando la Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione” ha commentato Massimo Gargano, Direttore Generale ANBI.
Le premiazioni, tenutesi a Roma, sono state occasione per un confronto sulla situazione idrogeologica del Paese all’indomani di eventi meteo, che hanno flagellato alcune regioni, causando circa dieci milioni di danni all’agricoltura.
“Non ci si può fermare alla conta dei danni – ha affermato Ettore Prandini, Presidente Coldiretti – La gestione dell’acqua è un tema centrale nell’interesse generale; va immagazzinata, attraverso nuovi invasi, non solo per l’agricoltura, ma anche per usi ambientali, energetici, industriali, turistici finanche, in caso di necessità, alimentari. Da troppi anni parliamo di difesa del suolo, ma la legge contro il suo eccessivo consumo è ancora ferma in Parlamento.”
“L’acqua e l’agricoltura – gli ha fatto eco Francesco Vincenzi, Presidente ANBI – devono essere al centro di un nuovo modello di sviluppo per il Paese. Le risorse idriche vanno gestite anche per garantire la bellezza di un territorio invidiato nel mondo.”
“Tutela della biodiversità, salvaguardia del suolo e delle sue risorse, sicurezza idrogeologica sono capisaldi di un indispensabile piano nazionale di adattamento climatico – ha aggiunto Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente Fondazione Univerde – Va bloccato il progetto di privatizzare le grandi reti idriche del Sud, mentre al Nord è necessaria una politica di sistema per realizzare nuovi bacini.”
“Visto l’eccellente riscontro – ha concluso il DG ANBI – puntiamo a riproporre il concorso fotografico anche il prossimo anno. Abbiamo bisogno, infatti, di momenti, che trasmettano positività, ricollocando l’acqua nel ruolo di madre e non matrigna, risorsa di tutti e non mero bene economico.”

Anche il Consorzio Bonifica 6 Toscana Sud presente alla cerimonia di premiazione del 1° concorso fotografico 'OBIETTIVO ACQUA' organizzato da ANBI, Coldiretti e Fondazione Univerde tenutasi al Centro Congressi di Palazzo Rospigliosi a Roma.